Informazioni sul metodoMassaggio ritmico antroposofico


Definizione

Il massaggio ritmico secondo Ita Wegmann è un tipo di trattamento basato sul massaggio che fa parte dei metodi terapeutici della medicina antroposofica. La definizione “ritmico” si riferisce non solo ai tempi consapevolmente scanditi da chi esegue il massaggio, ma anche alla sollecitazione mirata del sistema ritmico del paziente (respirazione, circolazione).

Origine

La scienza medica antroposofica è stata sviluppata dallo scienziato austriaco Rudolf Steiner (1861-1925) che, in collaborazione con la dottoressa olandese Ita Wegman (1876-1943), fuse le proprie idee e la propria concezione dell'uomo con i metodi della medicina tradizionale, sviluppando attorno al 1920 la medicina antroposofica. Le prime strutture cliniche dedicate all’applicazione pratica del nuovo principio medico sorsero ad Arlesheim (Basilea Campagna) e a Stoccarda già nel 1921, costituendo il punto di origine per la successiva diffusione della medicina antroposofica in tutto il mondo.

Sfruttando le conoscenze della medicina antroposofica, Ita Wegmann rielaborò i metodi del massaggio classico svedese e, assieme a Margarethe Hauschka, medico presso l'istituto clinico terapeutico di Arlesheim, sviluppò il massaggio ritmico. Questa forma di massaggio può essere considerata come un'estensione del massaggio classico e dagli anni Trenta appartiene ai comuni metodi terapeutici della medicina antroposofica.

Fondamenti

Il massaggio ritmico si basa sull'immagine antroposofica del corpo umano. L’antropologia di tipo antroposofico considera l’essere umano nella sua esistenza fisico-psicologico-spirituale e lo suddivide in tre differenti regioni del corpo: il sistema nervoso e dei sensi nella parte craniale, il sistema metabolico e delle membra nella parte membranosa-addominale e il sistema ritmico nella parte toracica che ha il compito di coordinare la relazione tra gli altri due sistemi. È su questa base e quella della suddivisione dell’essere umano in quattro parti costitutive che i processi terapeutici e di diagnosi dell’antroposofia sono fondati. Le quattro parti costitutive dell’essere umano si influenzano a vicenda: il corpo fisico è la parte visibile dell'organismo, il corpo eterico è l'unione delle forze vitali (crescita, rigenerazione), il corpo astrale contiene la vita spirituale interiore (sensazioni, sentimenti, consapevolezza), mentre l'Io, o l'organizzazione dell'Io, rappresenta il centro della personalità (autocoscienza).

Le quattro parti costitutive sono collegate tra loro e vengono separate solo dopo la morte. La loro interazione determina lo stato di salute dell'uomo. Le malattie si sviluppano da uno squilibrio di questi quattro elementi. La terapia deve pertanto prefiggersi l'obiettivo di bilanciare le forze delle quattro parti costitutive, ripristinando così l'armonia.

Nell'antroposofia le malattie non vengono intese come guasti da riparare, bensì come nuova occasione di sviluppo ed evoluzione della personalità. Tutte le malattie sono considerate la manifestazione esterna dell'anima e dello spirito. Ogni caso clinico necessita di una terapia individuale, poiché ogni patologia dipende dalle condizioni personali del paziente.

Il massaggio ritmico si prefigge l'obiettivo di stimolare le forze di autoguarigione del paziente con movimenti di manipolazione partecipati, fluidi e ritmici. In questo modo è possibile riattivare i processi affetti da passività ed eliminare le situazioni di squilibrio dell'organismo. Inoltre il massaggio migliora la circolazione sanguigna e linfatica, regolando i rapporti di tensione di muscolatura e tessuto connettivo. Gli effetti positivi del massaggio ritmico si manifestano anche su diverse funzioni neurovegetative, come la respirazione, la digestione, l’alternanza di sonno e veglia e le difese immunitarie.

© 2020 Eskamed SA

Trovare terapeuta

Ulteriori inserimenti sul tema «Massaggio»