Informazioni sul metodoTerapia miofunzionale


Definizione

La terapia miofunzionale (TMF) (dal greco mys = muscolo) è un trattamento che consente di attenuare le anomalie della muscolatura facciale e masticatoria, prevalentemente in età infantile, e di eliminare i difetti di deglutizione.

Origine

La constatazione del fatto che le anomalie muscolari, in modo particolare nell’area facciale, possano influenzare negativamente l’articolazione delle parole e l’occlusione dentale, già all’inizio del XX secolo portò allo sviluppo di diversi esercizi per la muscolatura del volto. Negli anni Sessanta Walter J. Straub presentò negli Stati Uniti il primo sistema miofunzionale per l’eliminazione dei difetti di pronuncia, seguito da numerosi programmi di TMF. Il metodo terapeutico miofunzionale oggi in uso in Europa risale al patologo del linguaggio americano Daniel Garliner, che negli anni Settanta pubblicò numerosi articoli scientifici sull’argomento, tenendo corsi in molti paesi, tra cui anche la Germania. Il suo sistema, attuabile a livello didattico, viene oggi insegnato e sviluppato in tutta Europa in diverse scuole.

Fondamenti

La terapia miofunzionale viene impiegata nel trattamento dei cosiddetti disturbi miofunzionali, ovvero delle alterazioni della mobilità e del tono della muscolatura orofacciale interna ed esterna. In condizioni normali le forze della lingua e degli altri muscoli all’interno del cavo orale sono equilibrate e interagiscono armonicamente per consentire la deglutizione, che è invece disturbata in presenza di difetti miofunzionali. In questi casi la lingua non viene premuta verso l’alto, contro il palato duro, bensì contro o tra gli incisivi e i molari, non riuscendo pertanto a trasportare una quantità sufficiente di cibo, liquidi o saliva e aumentando il lavoro a carico della muscolatura periorale.
Anomalie di questo tipo possono avere innumerevoli ripercussioni sulla muscolatura del cavo orale e sui denti, portando ad esempio ad un errato posizionamento della lingua a riposo, alla comparsa di difetti di pronuncia, alla costante inspirazione attraverso la bocca con conseguente aumento della predisposizione alle infezioni delle vie respiratorie, ad un'errata disposizione dei denti, a malformazioni delle ossa mascellari e a disturbi all’articolazione temporo-mandibolare. A ciò si aggiungano le lesioni alla muscolatura del volto, nonché problemi di tono e postura.
Un disturbo miofunzionale può essere provocato dall’allattamento del poppante con il biberon anziché al seno, dalla suzione prolungata del pollice o dall’onicofagia, da difficoltà di respirazione nasale causate da allergie, dall’ingrossamento delle tonsille o da polipi, nonché da anomalie dell’ossatura del volto.

© 2020 Eskamed SA

Trovare terapeuta